Riparazione elettrodomestici

La riparazione degli elettrodomestici è uno dei fiori all’occhiello di una realtà imprenditoriale che mira a interventi risolutivi che rimettano in sesto al più presto le apparecchiature dei clienti. Intervenire entro le ventiquattro ore è un modo concreto per dimostrare la propria efficienza. Altro vantaggio per chi contatta la ditta padovana è il fatto di non doversi far problemi di quale sia la marca dei propri elettrodomestici, in quanto lo staff si presta per interventi di ogni modello, a prescindere da quale sia la casa produttrice.

La riparazione degli elettrodomestici di qualsiasi genere richiede competenze specifiche. Il mantenimento degli alimenti esige apparecchiature sempre funzionanti. E’ fondamentale effettuare una manutenzione costante e rigorosa di ogni elettrodomestico, ed è anche per questa ragione che l’impresa propone un’ampia scelta di componenti di ricambio di primo livello, tra cui termostati, cassetti, filtri, guarnizioni, frontalini, compressori porte per congelatori, cerniere, manopole, pulsanti e molto altro ancora. Grazie al catalogo dell’azienda sarà facilissimo conservare il cibo in 

La lavastoviglie è invece un’apparecchiatura atta a lavare pentole, piatti e posate. Negli ultimi decenni la lavastoviglie è diventata un elettrodomestico comune in numerose abitazioni, ma il suo uso rimane comunque insostituibile in molti locali adibiti alla cucina o al consumo di alimenti e bevande, come ristoranti o mense. L'invenzione della lavastoviglie viene fatta risalire all'inventrice americana Josephine Cochrane, che nel 1886 fece brevettare un'apparecchiatura in grado di proiettare getti d'acqua sulle stoviglie grazie a un sistema di pompe azionato manualmente. In Europa le prime lavastoviglie furono introdotte nel 1929 dall'azienda tedesca Miele. Alla base del funzionamento delle moderne lavastoviglie per uso domestico c'è un motore elettrico che, mediante un sistema di tubi, pompa e spruzza acqua calda sulle stoviglie attraverso una serie di ugelli opportunamente calibrati per forma, dimensioni e direzione, posti su bracci messi in rotazione dalla stessa pressione dell'acqua, mentre un sistema di filtri quasi totalmente autopulenti presente sul fondo della vasca ripulisce continuamente l'acqua utilizzata, che viene rimessa in circolo, e successivamente, dopo un tempo fisso, scaricata fuori e sostituita da nuova acqua nelle diverse fasi del lavaggio. L’azienda padovana assicura tutti i ricambi necessari per rimettere in sesto le lavastoviglie dei tanti clienti, tra questi anche tubi di scarico e di carico, manigliette porta lavaggio, cerniere, elettroserrature, guarnizioni, cuscinetti, cinghie e filtri: sono soltanto alcuni dei prodotti che fanno parte dell’ampio catalogo dell’azienda.modo corretto e impeccabile, ottimo presupposto anche per la propria salute e per quella dei propri familiari. Il termostato può essere di tipo elettromeccanico (tipicamente impiegato su frigoriferi a basso costo o di vecchia generazione) oppure elettronico. In quest'ultimo caso può essere di tipo analogico o digitale (ovvero basato su microprocessore). L'impiego di un microprocessore permette un controllo più efficace dell'elettrodomestico, riducendo l'accumulo di brina, e quindi aumentando l'efficienza energetica del frigorifero stesso. I modelli più moderni adottano la tecnologia "no frost", che evita la formazione di ghiaccio eliminando quindi la necessità della sbrinatura periodica. Questa tecnologia viene spesso accompagnata da una ventilazione interna del frigorifero. Questi due accorgimenti tecnologici permettono agli alimenti una maggiore durata e una maggiore resistenza alle muffe. Ma lo stesso proprietario del frigorifero può aiutare la tecnologia a resistere al meglio nel tempo, ad esempio consentendo alla parte calda di cedere il calore. Per sua natura un frigorifero raffredda l'interno trasportando il calore fuori, quindi è necessario che il frigorifero possa cedere il calore all'ambiente in modo facile, quindi si deve far in modo che sia messo in un posto ben ventilato e lontano da fonti di calore. La distanza dal muro deve essere adeguata per garantire un sufficiente ricambio d'aria. Si consiglia anche di effettuare la pulizia delle serpentine, dato che, se sono sporche, si ha una riduzione dell'efficienza, quindi di tanto in tanto è necessario pulire la griglia posteriore e far scongelare il frigorifero.

La lavastoviglie viene utilizzata con una certa frequenza, ma lunghe assenze e stop motivati da diversi fattori richiedono accorgimenti particolari. Può dunque capitare che una lavastoviglie resti inutilizzata per un lungo periodo. Prima di rimetterla in funzione sarà opportuno eseguire alcune operazioni di ripristino. Innanzitutto bisogna controllare che nella tubazione non si sia accumulata fanghiglia, ruggine o altro. Si stacca il tubo flessibile di entrata e si fa scorrere acqua dal rubinetto di erogazione per qualche minuto, raccogliendo l'acqua in un secchio fino a quando non risulterà limpida. Una volta verificata la pulizia della tubazione, si può riattaccare il tubo flessibile di entrata della lavastoviglie e ripristinare la tensione, provvedendo poi a due cicli di ammollo consecutivi ad elettrodomestico vuoto. A questo punto la lavastoviglie sarà pronta per essere nuovamente riutilizzata per il lavaggio delle stoviglie.

Tutti conosciamo gli inconvenienti derivanti dall'uso costante di una lavastoviglie, in particolare l'odore provocato dall'accumulo di residui di cibo nel filtro, oppure l'ostruzione del filtro di entrata dell'acqua o degli irroratori, ovvero quei bracci che muovendosi circolarmente distribuiscono l'acqua di lavaggio sulle stoviglie. Per evitare tutti questi problemi è sufficiente procedere periodicamente con un'opportuna manutenzione. In genere le marche più diffuse di lavastoviglie forniscono insieme all'elettrodomestico un manuale d'uso, nel quale si trovano tutte le istruzioni non solo per i vari programmi di lavaggio, ma anche per la manutenzione periodica. Se non presente nella confezione, il cliente può comunque affidarsi al web per scaricare tutto l’occorrente. Le operazioni di manutenzione più comuni riguardano: la pulizia dell'involucro esterno della lavastoviglie, la pulizia del filtro di entrata dell’acqua, la pulizia degli irroratori e la pulizia del gruppo filtrante. E’ di vitale importanza ricordarsi sempre di staccare, prima di ogni operazione, la spina dell'apparecchio. Ad ogni modo è sempre da preferire l’intervento di un vero professionista, come quelli che lavorano per l’azienda d Padova, sempre pronta a mettere in campo la propria competenza. E’ una questione di sicurezza, ma anche di efficienza dell’intervento. Per ottimizzare il tutto è bene richiedere l’ausilio risolutivo del team, che come sempre resta pronto a intervenire, come detto, anche in giornata. 

Riparazione frigoriferi e lavastoviglieassistenza tecnica elettrodomestici